Continua a rinnovarsi il festival “Castello di Gorizia. Premio Francesco Macedonio”. In quella che è l’edizione numero 26, avente per titolo “Strade maestre e nuovi percorsi”, non troviamo “soltanto” il teatro di prosa, che pure resta al centro della proposta, ma anche la danza, la musica e molto altro.

festival 2016 Pieghevole 1 2L’appuntamento più atteso sarà quello di sabato 4 febbraio al teatro Verdi di Gorizia, dove andrà di scena novembre al goriziano Kulturni dom con “The Black Blues Brothers”, acrobati africani di eccezionali doti atletiche, reduci dal successo televisivo a “Tú sí que vales” con Maria De Filippi e Gerry Scotti, mentre sabato 12 novembre, sempre al goriziano teatro Verdi, avremo un omaggio al premio Oscar Ennio Morricone da parte del grande trombettista Mauro Maur che sarà accompagnato al pianoforte da Francoise de Clossey, il tutto accompagnati da videoproiezioni di grandi film del cinema italiano.

Il cartellone dell’iniziativa organizzata dal Collettivo Terzo Teatro sarà inaugurato sabato 8 ottobre al Kulturni dom di Gorizia con la spassosa commedia “I suoceri albanesi” di Gianni Clementi. E Gorizia, al solito, ospiterà gran parte degli appuntamenti che toccheranno anche Trieste, Gradisca, Cormons, Romans, Savogna, e la Slovenia. Sempre al Kulturni dom, si proseguirà il 22 ottobre con il musical “Una strana famiglia” (ispirato alla “Famiglia Addams”). La prosa continuerà poi il 28 ottobre con la commedia veneta “Veci se nasse no se deventa”, il 19 novembre con la poesia de “La lucidità della bilancia”, il 2 dicembre con la satira di “Molto piacere” (dal film “Carnage” di Roman Polansky), il 16 dicembre con l’intenso “Morso di luna nuova” di Erri De Luca, il 14 gennaio con un capolavoro senza tempo come “Il gabbiano” di Cechov in omaggio a Cesco Macedonio, che sarà ricordato anche il 4 novembre nella conferenza-spettacolo dedicata a lui e in particolare alla sua regia di mezzo secolo fa di “Gorizia 1916” di Vittorio Franceschi che, per l’occasione, sarà presente a Gorizia oltre ad altri protagonisti di quello spettacolo.festival 2016 Pieghevole 2 1

Non è tutto. Nel festival sarà anche ricordato David Maria Turoldo (il 22 novembre) nel centenario della nascita come sarà organizzata una conferenza-spettacolo sui migranti sotto la supervisione preziosa di Daniele Del Bianco, direttore dell’Isig (partner dell’iniziativa assieme, tra gli altri, al Comune di Gorizia e alla Fondazione Carigo). Al Comunale di Cormons, inoltre, in gennaio andrà in scena l’ultima produzione di M&N Dance Company.

La prevendita avrà quest’anno luogo alla libreria Leg di Corso Verdi 67 a Gorizia e on line tramite Vivaticket. Rimangono sempre molto contenuti i prezzi degli abbonamenti e dei singoli spettacoli. In particolare, fino a martedì 20 settembre è prevista una promozione per 10 spettacoli in abbonamento più un omaggio (“El tesoro de Franz Josef”, prodotto dal Terzo Teatro) al costo di euro 80 euro per gli interi e di 70 euro per i ridotti (over 65, gruppi maggiori di 10 persone e abbonati alla nuova stagione del Verdi). Da mercoledì 21 settembre, gli abbonamenti costeranno, rispettivamente, 90 e 80 euro. Per gli under 25, prezzo scontatissimo a soli 50 euro.

L’iniziativa è realizzata con il fondamentale sostegno di Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia, Fondazione Carigo, Camera di Commercio e Comune di Gorizia.