21 a Rassegna Teatrale Nazionale

UN CASTELLO DI… MUSICAL & RISATE!

perché … ridere rinforza gli addominali!

Teatro KULTURNI DOM – Gorizia

12 MARZO – 14 MAGGIO 2016 ore 20.30

Sabato 12 marzo TRIESTE/NEW YORK – ANDATA & RITORNO

con Alessio Colautti e la Trieste’s Swing band

Lo spettacolo è un viaggio semiserio in musica tra la città della bora e la Grande Mela, tra canzoni triestine d’autore, swing americano, amori tra “mule” e “aleati”, storie ed aneddoti di un rapporto strano e profondo. La serata, davvero esilarante, è anche un vero e proprio affresco storico di una Trieste lontana nel tempo, eppure così viva nel suo dialetto, nelle sue tradizioni, nelle sue canzoni e nella sua gente. Specchio di un passato fatto di tante piccole tessere che hanno composto un vero e proprio mosaico di storie, musiche e atmosfere, raccontate con la caratteristica ironia di Alessio Colautti, che attinge a piene mani alla grande tradizione del grande Angelo Cecchelin.

Sabato 19 marzo MAI FAR LA LADY! da Pigmalione di G.B. Shaw fuori concorso

commedia musicale

Collettivo TERZO TEATRO – Gorizia

Adattamento e regia di Mauro Fontanini

Tratto dal celebre film “My fair lady” interpretato da Audrey Hepburn e Rex Harrison, vincitore di otto Oscar, questo capolavoro del teatro musicale da Covent Garden a Londra è ambientato invece a Venezia. La scena delle corse di cavalli ad Ascott viene trasferita su un palco del Teatro “La Fenice”, durante la messinscena del “Rigoletto” di Verdi. Anche i personaggi popolari non si esprimono nel classico cockney inglese, ma chi in dialetto veneziano e chi con un marcato accento napoletano. Elisa Dulitto è un po’ Cenerentola, un po’ Pretty Woman, ma anche Mary Poppins: insomma è l’archetipo del riscatto, della rivincita, dell’affermazione, della trasformazione, incarnando così il desiderio e il sogno di tutto l’universo femminile. Alla fine anche uno scapolo convinto come il Prof. Ghigi dovrà capitolare di fronte alla metamorfosi della sua creatura e si lascerà travolgere dalla bellezza di Elisa.

Sabato 2 aprile ANIMALI DELLA FATTORIA

commedia musicale

Compagnia STEP – Ancona

Regia di Alberto Manini

Un testo brillante, ma al tempo stesso introspettivo, le inedite ed originali musiche tra folk e pop, gli splendidi costumi appositamente creati, e le realistiche scene, per uno spettacolo che vi farà pensare. Una storia ambientata in una fattoria dove gli animali, stanchi dello sfruttamento si ribellano all’uomo. Dopo aver cacciato il loro padrone, decidono di darsi delle regole per la loro gestione, seguendo lo storico principio “marxista” «da ognuno secondo le proprie capacità, a ognuno secondo i propri bisogni». Il loro sogno utopico verrà poi gettato al vento quando i maiali pur essendo stati gli ideatori della “rivoluzione”, assetati di potere, si impossesseranno della fattoria, diventando sempre più simili al loro nemico uomo.

Sabato 9 aprile L’ ULTIMO LION di Giovanni Marchesan Stiata

GRADO TEATRO

Regia di Bruno Cappelletti e Tullio Svettini

La commedia è ambientata nel 1810 quando regna Napoleone. Venezia è finita da tempo. Mille anni di Serenissima Repubblica sono svaniti nel nulla. Può essere? Qualcuno però non la pensa così ed è Matteo Gradenigo detto “Tio Kalamata” ovvero l’ultimo liòn. Per vent’anni è stato “mariner sulle galie della Serenissima” e vive nell’isola di Grado, che da Venezia è stata sempre protetta e difesa, e pertanto le è rimasto fedele. L’ultimo liòn di professione fa l’oste e Venezia è tutto per lui, anche se adesso c’è Napoleone. Intanto dalle nostre parti succede di tutto, in Istria, in Dalmazia, in Friuli e persino a Trieste…

Venerdì 15 aprile FUORI TUTTI!! ovvero PAZZI IN CORSIA

TEATRO ESTRAGONE in collaborazione con I Tecnikolor e Cantiere Teatro

Regia Gianluca Valoppi

In una clinica psichiatrica il dottor Prentice sta eseguendo un … “colloquio di lavoro” all’innocente aspirante segretaria Geraldine Barclay. Ma, prima il ritorno inaspettato di sua moglie, poi l’arrivo di un sovrintendente psichiatrico distolgono il dottore dal suo peccaminoso intento. Quando, infine, irrompe in scena un sergente di polizia alla ricerca di un violentatore…, i travestimenti, gli scambi di persona ed i colpi di scena si susseguono senza sosta fino al rappacificante epilogo. La commedia è una graffiante satira nei confronti di quella società nella quale ordine e disordine si affrontano carnevalescamente e si rivelano in definitiva le due maschere della medesima entità. Le risate sono offensive, talvolta mostruose, ma al tempo stesso molto sottili ed intelligenti.

Sabato 30 aprile QUANDO LA MOGLIE E’ IN VACANZA di George Axelroad

Compagnia LUCI DELLA RIBALTA – Bolzano

Regia di Alessandro Di Spazio

La commedia debutta a New York nel 1952. Il famoso adattamento cinematografico esce nelle sale nel 1955 con il ruolo della ragazza affidato a Marilyn Monroe. Una delle scene diventerà un’icona del cinema del XX secolo: su una griglia di aerazione, la bianca gonna di Marilyn Monroe viene sollevata dallo spostamento d’aria provocato dal passaggio di un treno della metropolitana. Dopo aver mandato moglie e figlio in vacanza per farli sfuggire all’afa estiva cittadina, Richard Sherman conosce la giovane che ha preso in affitto l’appartamento sopra il suo. La commedia gioca sul contrasto che vive il protagonista, tra la volontà di essere fedele alla moglie nonostante la temporanea solitudine e la tentazione di approfittare dell’occasione fortuita per sedurre l’affascinante vicina, durante un’ afosa e calda estate newyorkese.

Venerdì 6 maggio CHIAVE PER DUE di John Chapman e Dave Freeman

Compagnia Teatrale IL CANTAGALLO – Pagnacco (UD)

Regia di Renzo Spadavecchia

Una commedia scoppiettante dal ritmo inarrestabile che mette a nudo le difficoltà che da sempre la società civile, incontra quotidianamente nel sostenere l’istituzione del “matrimonio”. Il testo impone agli interpreti ritmi vertiginosi, dando vita ad una cinica satira che scorre sotto il meccanismo degli equivoci. La protagonista femminile, Enrichetta, sopravvive da anni grazie alla relazione con due uomini sposati, situazione che riesce a sostenere mediante l’invenzione di una opprimente, fantomatica ed immaginaria madre che al momento opportuno interviene cacciando di casa l’uno o l’altro amante. Tutto funziona alla perfezione finché non arriva in casa la sua amica del cuore, Anna, disperata e decisa a separarsi dal marito. Da questo momento, l’appartamento diviene per i protagonisti il luogo deputato per poter distruggere ognuno la propria vita matrimoniale. Ogni attimo potrebbe essere quello fatale, il gioco diviene con il passare del tempo sempre più appassionante fino a giungere a un finale veramente…a sorpresa.

Sabato 14 maggioEL TESORO DE FRANZ JOSEF di Mauro Fontanini novità assoluta!

Collettivo Terzo Teatro – Gorizia fuori abbonamento

Regia di Mauro Fontanini

Siamo nel 1923, cinque anni dopo la caduta degli Asburgo. L’Arciduchessa Augusta Maria d’Austria, nipote dell’imperatore Francesco Giuseppe, e suo marito, il principe Giuseppe Augusto d’Asburgo-Lorena, dopo aver dilapidato tutte le loro ricchezze fra il Casinò di Montecarlo e il Grande Hotel de Paris, vivono in miseria nella soffitta di un sordido albergo di Trieste. Già nel 1916, non fidandosi del suo erede al trono Carlo I, più noto come “Carlo Piria”, il kaiser Franz Joseph sul letto di morte aveva consegnato ai due principi austriaci i gioielli di sua moglie Sissi, unitamente a quasi tre miliardi di corone in contanti. Fedeli al patto d’onore con il kaiser, dopo averlo depositato alla Banca Commerciale Triestina, i due non vogliono spendere nulla del tesoro, che servirà invece a garantire un futuro alla dinastia degli Asburgo. Ridotti in miseria e perseguitati dai creditori, spacciandosi per i coniugi Josef Mayer e Tina Radler, vengono assunti in casa di Guerrino e Nives Miagostovich, una ricca famiglia borghese triestina, alla ricerca di cameriera e maggiordomo. Ma i due, ovviamente, non dichiarano la loro vera condizione…